Webinar: RU486 – in ricordo di Carlo Flamigni

LE NUOVE LINEE GUIDA PER LA RU486 DEL MINISTRO ROBERTO SPERANZA SEGNANO L’APERTURA DI UNA NUOVA FASE DEL DIBATTITO:
progresso di civiltà o banalizzazione dell’aborto?
Dibattito a più voci.

L’8 agosto scorso il ministro Roberto Speranza ha dato l’annuncio di nuove linee-guida per la L. 194/78 che consentono l’uso della RU486 in day-hospital e fino alla 9a settimana di gestazione. Le critiche pro-life hanno dapprima sottolineato che le nuove misure sottovaluterebbero i rischi per la salute della donna, la quale peraltro sarebbe lasciata in totale solitudine, e poi che esse sono giuridicamente illegittime in quanto comporterebbero una modifica sostanziale della L. 194/78.

La Consulta di Bioetica ha subito rilevato (Comunicato 18 agosto) come tali critiche evitino considerazioni etiche, e come si limitino a questioni carattere sanitario, psicologico e giuridico per lo più piuttosto deboli: negli ultimi decenni le esperienze cliniche hanno mostrato che la RU486 non comporta i rischi paventati, e che lungi dal “lasciar sola” la donna essa consente il rispetto della riservatezza da lei richiesta. Le donne scelgono con consapevolezza e in autonomia la nuova procedura farmacologica perché essa garantisce la tutela della loro esigenza di privacy.

La decisione del ministro Speranza è presa in un contesto di più generali controversie internazionali sul tema che fanno pensare all’apertura di una nuova fase del dibattito sulla moralità dell’aborto. Si tratta di capire quanto ancora pesi la questione del valore delle prime fasi della vita umana e quanto invece quella della libertà di scelta della donna; se il dovere di continuare la gravidanza sia fondato sul legame biologico o invece sull’autonomia della donna; se la medicina abbia come scopo sia il rispetto della vita o preoccuparsi principalmente delle scelte autonome delle donne.

Su tutti questi temi c’è bisogno di un supplemento di riflessione (cfr. documentazione sotto la locandina), e il Master di Bioetica promuove un Webinar a più voci al fine di precisare i termini dei problemi in campo.

La partecipazione è libera, previo segnalazione con una mail a segreteria@consultadibioetica.org

 

REGISTRAZIONE DEL WEBINAR DEL 31-08-2020

 

CLICCA PER SCARICARE LA LOCANDINA IN PDF

DOCUMENTAZIONE

Left.it – 5 luglio 2020 – di Carlo Flamigni e Corrado Melega
In Umbria (e non solo) vedono ancora le streghe

Scienza & Vita – 9 agosto 2020 – Intervista video al Presidente Alberto Gambino
Perché il Ministro della salute sbaglia sulla RU486

Consulta di Bioetica Onlus – 18 agosto 2020 – Comunicato Stampa
Riflessioni ferragostane sulla decisione del Ministro Speranza sulla RU486

Pontificia Accademia per la Vita – 14 agosto 2020
Nota. A proposito dell’annuncio di nuove Linee Guida sull’aborto farmacologico in Italia

Avvenire – 14 agosto 2020 – Intervista a Mons. Paglia, Presidente di PAV – di Francesco Ognibene
Le nuove linee guida per la Ru486 gettano il peso sulle spalle della donna

Diocesidicremona.it – 15 agosto 2020 – il video
Il Vescovo in Cattedrale per l’Assunta sulla Ru486: «Diffondiamo come una caramella la possibilità di togliere la vita»

Sir Agenzia d’informazione – 22 agosto 2020 – intervista alla ginecologa Lulli
Nuove linee guida prive di scientificità e nemiche delle donne

Il Manifesto – 12 agosto 2020 – di Mario Riccio
Legge 194, un telefono a gettoni nell’era di internet

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *