COVID 19 E VACCINAZIONE

Una raccolta di articoli usciti da fine dicembre 2020 sul tema della vaccinazione contro la Covid-19.

==============================================

22 gennaio 2021- La Nazione – Domenico Guarino intervista – Maurizio Mori

“I vaccini? Prima ai lavoratori essenziali. E l’obbligatorietà può essere un boomerang”

Intervista con il professor Maurizio Mori,  ordinario di Filosofia Morale e Bioetica – Università degli Studi di Torino – Presidente Consulta di Bioetica Onlus, e membro della Commissione Nazionale di Bioetica.

Professor Mori, la campagna vaccinale segna il passo per una serie di vicende che hanno a che fare con l’approvvigionamento ma anche con l’organizzazione: lei pensa che si poteva fare meglio o almeno in maniera diversa? 

Io credo che avremmo potuto innanzitutto  riflettere  meglio sulla questione delle  priorità: a chi somministrare subito il vaccino, a chi dopo. Su questo  sarebbe servita una valutazione etica, che invece è stata trascurata a vantaggio di una logica di carattere sanitario, efficientistico-organizzativa. Se avessimo seguito i criteri etici, laddove per etica intendo una riflessione fatta al fine di garantire il massimo o comunque un ottimo livello di benessere e di rispetto dei diritti delle persone,  forse avremmo fatto scelte diverse”

Segue

 

15 gennaio 2021 – Quotidiano Nazionale –  intervista a Maurizio Mori di Massimo Cutò

L’etica dei vaccini e i dubbi generazionali. “Rivedere le priorità, proteggere i giovani”

Mori, presidente della Consulta di bioetica. “Rifiuto la cultura dello scarto, ma un anziano può essere tutelato con un maggiore isolamento”

==============================================

11 gennaio 2021- Quotidiano Sanità – lettere al direttore – Maurizio Mori

Covid. Chi vaccinare per primo?

In base a quali criteri decidere l’ordine di priorità di vaccinazione? Questa priorità non è un vulnus all’uguaglianza? Non è che chi viene prima è “più uguale” di chi viene dopo? Se tutte le vite hanno ugual valore e sono ugualmente preziose, com’è che si stabilisce un ordine di priorità per la tutela della vita fornita dal vaccino? Posticipare la vaccinazione di alcuni equivale a dire che la vita di costoro è tale da poter essere messa a repentaglio (tanto che si sa che alcuni moriranno): non è questo un modo per negare l’uguaglianza di tutti i cittadini?

==============================================

11 gennaio 2021- Quotidiano Sanità – lettere al direttore – Palma Sgreccia

Leopardi e il vaccino Covid

Gentile Direttore,
Giacomo Leopardi ne’ La ginestra (1836) invita gli uomini ad unirsi contro le minacce della natura matrigna in una social catena, combattendo le ingiustizie sociali per dare origine ad un onesto e retto conversar cittadino, in un clima di giustizia e pietade e di vero amore. La lirica di Leopardi è una critica ai facili ottimismi del  secol superbo e sciocco, intento a celebrare dell’umana gente, le magnifiche sorti e progressive, è un richiamo allo sguardo lucido sulla realtà, ad un atteggiamento che pone nella conoscenza razionale della realtà la vera grandezza e dignità dell’uomo

==============================================

7 gennaio 2021 – Quotidiano Sanità – articolo di di Antonio Panti

Le priorità per i vaccini e per la terapia intensiva. Parliamone

Le vaccinazioni si offrono a soggetti non malati di covid e valutano un rischio generale di subire, qualora ci si ammali, gravi conseguenze. In reparto di rianimazione, al contrario, si affrontano singoli casi clinici corrispondenti a singole persone nelle quali il rischio di morte è estremo e di cui si deve valutare la possibile speranza di vita in buone condizioni

==============================================

5 gennaio 2021 – Stradeonline.it

Obbligo, priorità, scarsità. L’etica dei vaccini ridotta a chiacchiera Tv.

Non hanno meritato il giusto rilievo le riflessioni del filosofo Maurizio Mori, Presidente della Consulta di bioetica, il quale a proposito della campagna di vaccinazione anti-Covid ha suggerito un approccio radicalmente alternativo a quello dell’esecutivo, che porterebbe a privilegiare nell’ordine delle priorità i politici e gli studenti rispetto alle persone anziane, sulla base di considerazioni di razionalità etica discutibili, ma tutt’altro che arbitrarie.

==============================================

5 gennaio 2021 – La Repubblica

Vaccini anti-Covid, la graduatoria della salvezza

È essenziale l’ordine con cui si procede: gli ultimi a ricevere la vaccinazione saranno i primi a infettarsi, forse a morire. Da qui una questione etica e giuridica, che tuttavia rimane sotto un cono d’ombra. A chi tocca la prima dose? Chi decide la gerarchia? Con quali garanzie, quali controlli?

==============================================

3 gennaio 2021 – La Repubblica

Covid, l’appello di Mori: “Vaccinare prima i politici e i giovani”

Il presidente della Consulta di bioetica: “Chi deve assumere decisioni importanti deve essere immunizzato per primo”

==============================================

30 dicembre – Corriere della Sera – Intervista al Prof. Maurizio Mori di  Virginia Piccolillo

==============================================

29 dicembre – La Repubblica – di Caterina Pasolini

Vaccini: prima ai giovani o agli anziani, il dilemma che divide la scienza

Dai professori americani ai bioeticisti italiani arriva l’invito a capovolgere le priorità delle categorie a cui dare il siero. “I ragazzi sono più contagiosi, immunizzandoli si proteggono meglio anche le persone fragili”. Mori, presidente Consulta bioetica. “Bisogna decidere se si vogliono salvare più vite o più anni di vita. Meglio dare  la dose ad un ragazzo che a un settantenne come me”.

 

==============================================

29 dicembre – La Repubblica

Cresce il dibattito sull’ipotesi che la vaccinazione debba essere rese obbligatoria dallo Stato, ma anche sulla “gerarchia” dei beneficiari. Mori (Consulta bioetica): prima i giovani delle persone anziane.

==============================================

29 dicembre – Giornale di Sicilia

Vaccino, polemiche sull’obbligo. Rischio sospensione per i medici

L’obbligatorietà della vaccinazione anti-covid fa discutere il mondo scientifico.

==============================================

29 dicembre – Huffingtonpost

Vaccino prima agli anziani? Dubbi da Comitato bioetica, sindacati e Garante detenuti

Chi dopo medici e infermieri? Chi dice i 50-60enni, chi il personale della scuola, chi il personale degli istituti di pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.