LA FECONDAZIONE ASSISTITA DOPO 20 ANNI DI L. 40/04

LA FECONDAZIONE ASSISTITA
DOPO 20 ANNI DI L. 40/04:

A CHE PUNTO SIAMO, CHE PROBLEMI ABBIAMO
E DOVE VOGLIAMO ANDARE…

(FEBBRAIO 2004 – FEBBRAIO 2024)

CONVEGNO SCIENTIFICO

Venerdì 09 febbraio 2024 – Sala Matteotti, Palazzo Theodoli-Bianchelli Piazza del Parlamento, 19 Roma

Il 25 luglio 1978 è nata Louise Brown grazie alla fecondazione in vitro, tecnica messa a punto da Bob Edwards che ha ampliato il controllo della riproduzione umana e cambiato modi, forme e opportunità di fare figli. Tale progresso scientifico ha suscitato convinti consensi e grandi applausi ma anche dure critiche e forti perplessità, tanto che ci sono voluti ben 32 anni prima che a Bob Edwards fosse conferito il premio Nobel (2010) per tale scoperta. Ci sono state riserve sul piano “clinico” circa la affidabilità e la sicurezza della nuova tecnica, ma le obiezioni principali sono state di tipo etico e riguardato la scissione di sessualità e riproduzione: scissione che esternalizza dal corpo il processo riproduttivo, aumentandone enormemente il controllo.

A partire dagli anni ’80 la fecondazione assistita si è diffusa anche in Italia, dove si è sviluppato un vivace dibattito etico-sociale che ha portato alla Legge 40/04: normativa che sia per i dubbi di carattere clinico sia soprattutto per le riserve di tipo etico, ha limitato l’accesso alle nuove tecniche riproduttive ai soli casi di infertilità accertata e imposto altri vincoli circa gli embrioni, l’età, ecc. Agli inizi le restrizioni erano davvero molto stringenti e tali da creare rischi per la salute delle donne e dei nascituri. Tempestivi interventi della Corte costituzionale hanno allargato le maglie dell’accesso alla fecondazione assistita, consentendo la donazione dei gameti, la crioconservazione di embrioni e altre opportunità che hanno reso più agevole la pratica.

Nel frattempo è cresciuta la richiesta sociale di fecondazione assistita e sono migliorate le tecniche e i risultati. Sono anche venute meno le riserve etiche tanto che oggi le nuove tecniche sono diventate un presidio per la salute riproduttiva previsto dai LEA. Oggi, nel 2024, a vent’anni di distanza, la situazione circa la riproduzione assistita è radicalmente cambiata rispetto a quando è stata approvata la Legge 40/04. È cambiata sul piano scientifico perché per molte coppie il ricorso alle tecniche è l’unico modo per superare la sterilità e fare famiglia in modi abbastanza agevoli. Ma è cambiata anche sul piano etico-sociale perché le nuove tecniche riproduttive sono oggi viste come un’opportunità che allarga le libertà di genitori e figli. Resta, tuttavia, il lascito della L. 40/04 che crea alcune condizioni problematiche tra cui ne spiccano due da chiarire con urgenza: come gestire la donazione dei gameti e la situazione degli embrioni crioconservati.

Sulla scorta dei progressi scientifici intervenuti e dei risultati clinici attuati negli ultimi 20 anni, visti alla luce delle tappe giuridiche e dell’evoluzione etico- sociale, con questo Convegno la SIFES-MR e la Consulta di Bioetica Onlus intendono tornare a riflettere sulla situazione della riproduzione assistita in Italia per fare il punto sul percorso fatto, per richiamare l’attenzione sui problemi ancora aperti e per dare spazio alle varie posizioni che animano il dibattito sulle scelte riproduttive.

Scarica il programma

Per informazioni: info@sifes.it

La registrazione della mattinata

La registrazione del pomeriggio

Alcune foto del convegno

Maria Rosaria Campitiello Capo Segreteria Tecnica del Ministro della Salute – SIFES-MR
Probiviro SIFES-MR – Deputato nella XVI Legislatura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vice Presidente SIFES-MR – Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia ASST Fatebenefratelli Sacco e Università degli Studi di Milano

Vito Trojano Presidente SIGO

Gianluca Gennarelli
Direttivo SIFES-MR – Centro di Medicina della Riproduzione AOU Città della Salute e della Scienza di Torino – Consulta di Bioetica Onlus
Maurizio Mori – Presidente Consulta di Bioetica Onlus, CNB
Gilda Ferrando – Dipartimento di giurisprudenza dell’Università di Genova – Consulta di Bioetica Onlus e Marina Mengarelli – Consulta di Bioetica Onlus – Associazione Luca Coscioni
Assuntina Morresi – Vice Capo Gabinetto Ministero della Famiglia, Natalità e Pari Opportunità – CNB
Luca Gianaroli Direttore Scientifico di SISMeR. Centro di fecondazione Assistita – IFFS Coordinatore Globale – SIFES-MR; Paola Anserini – Presidente SIFES-MR – UOS Fisiopatologia della Riproduzione Umana IRCCS Ospedale Policlinico San Martino Genova; Filippo Maria Ubaldi Past President SIFES-MR (2020-2023) – Membro del Comitato Scientifico IVIRMA Global, International Reproductive Medicine network
Imma Vietri
Capogruppo affari sociali Camera dei Deputati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.