IN MEMORIAM DI FRANCESCO D’AGOSTINO

Torino, 5 maggio 2022

COMUNICATO STAMPA 4-2022

IN MEMORIAM DI FRANCESCO D’AGOSTINO

È morto ieri Francesco D’Agostino, bioeticista della prima generazione che, immediatamente, capì la centralità della riflessione bioetica per il mondo intero: quando ancora molti ritenevano fosse ultronea o anche inutile, D’Agostino era pronto a sostenerla e svilupparla. Sempre attento a mettere in luce gli aspetti problematici dell’autonomia, valore “laico” per eccellenza, per decenni D’Agostino è stato interlocutore della Consulta di Bioetica: più volte è intervenuto su Bioetica. Rivista Interdisciplinare come in molte altre sedi per criticare le posizioni laiche della Consulta e sostenere una versione della prospettiva cattolica aperta a alcune istanze della modernità. Tale impegno si è palesato soprattutto in quella che D’Agostino chiamava la “questione ontologica dell’embrione”, alla quale ha contribuito formulando la tesi, divenuta subito celebre, dell’“embrione come uno di noi”. Innumerevoli sono state le occasioni in cui D’Agostino ha difeso il nucleo portante dei valori tradizionali con animo aperto agli apporti laici e secolari. Pur nella divergenza su molte posizioni, D’Agostino è sempre stato un interlocutore acuto, attento alle novità, e leale. La sua morte è una grave perdita per l’intera bioetica.

Maurizio Mori

Presidente Consulta di Bioetica Onlus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.